Previsioni Sardegna

NEWS METEO: L’AUTUNNO E LE PIOGGE DIETRO L’ANGOLO

Buona sera a tutti. La situazione barica in Europa è caratterizzata da un cuneo di alta pressione che dall’atlantico tende ad interessare l’Europa centro occidentale. Il flusso perturbato principale scorre al disopra della struttura anticiclonica, oltre il 50° Parallelo nord, interessando con piogge e rovesci l’Islanda e i paesi scandinavi. In area tirrenica è invece presente la goccia fredda, alimentata dall’aria fredda proveniente da nord est. La struttura depressionaria tende a portarsi verso sud e pertanto fino a domani il tempo sulle regioni meridionali e sulla Sicilia resterà perturbato con rovesci e temporali diffusi, cielo poco nuvoloso e sereno sul resto del territorio.
Da mercoledì e fino a venerdì 26 ottobre, l’anticiclone atlantico si estenderà verso est, interesserà tutto il mediterraneo centrale e riporterà la stabilità su tutto il territorio italiano. Le temperature tenderanno ad aumentare fino a riportarsi sopra le medie del periodo.

Medio termine.
Sul finire della settimana, lo scenario barico subirà un vero e proprio cambiamento. Le prime avvisaglie del cambiamento si vedranno venerdì, allorquando una saccatura in discesa dall’Islanda interesserà il regno unito e la Francia col suo carico di aria artica marittima, nel contempo l’anticiclone atlantico si rifugerà più ad est portando la sua cresta fin sulla Groenlandia erigendo un baluardo alle correnti miti atlantiche. D’altro canto, la nostra saccatura, sarà la prima in assoluto a riuscire ad interessare nella sua interezza la nostra latitudine senza subire il taglio ad opera degli anticicloni. Secondo le proiezioni emesse dai principali modelli, la saccatura colma di aria fredda in quota, raggiungerà il caldo mediterraneo nella giornata di sabato dando il via, in serata, ad un peggioramento delle condizioni meteo con piogge e rovesci che nei giorni a seguire risulteranno ben distribuite su tutto il territorio.
All’evento mancano ancora 5 giorni, tempo abbastanza lungo per prevederne le dinamiche e pertanto non possiamo conoscere in anticipo la posizione che assumerà la struttura ciclonica. Il mal tempo e la distribuzione delle piogge dipenderanno dalla posizione dell’asse della saccatura e dell’azione di blocco dell’anticiclone dell’est europeo. Le proiezioni dei vari modelli lasciano intendere in modo inequivocabile l’arrivo della saccatura con l’asse disposta in modo tale da presentare il ramo ascendente rivolto verso le nostre regioni ma non la posizione esatta. Come sappiamo, il lato ascendente è là dove scorrono e si formano le nubi cariche di piogge, pertanto, considerando quanto su descritto, alcune regioni potrebbero trovarsi lungo il transito delle nubi foriere di forti piogge, ma fin’ora non sappiamo quale saranno quelle soggette alle piogge più intense e insistenti. Naturalmente la situazione necessita di ulteriori aggiornamenti che potrebbero risultare importanti.
La mappa sottostante, valida per domenica 28, viene postata solo per portarla come esempio per quanto riguarda cosa s’intende per asse di saccatura e dove si trova il ramo ascendente, il lato in cui si generano le nubi e si verificano le avvezioni della vorticità positiva.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *