Previsioni Sardegna

VENERDÌ 21 LENTO DECLINO DELLA DEPRESSIONE MEDITERRANEA. DAL 25 SETTEMBRE PRIME AVVISAGLIE DI AUTUNNO?

L’estate volge al termine e i segnali sono tutti orientati a sentenziarne il declino. Sull’Europa centro settentrionale scorrono le perturbazioni oceaniche trasportate dai venti zonali dove le temperature al suolo incominciano avere caratteristiche tardo autunnale. Più a sud, al di sotto del 50° parallelo insiste una fascia anticiclonica con massimo di pressione al suolo tra l’arco alpino e l’Ucraina. Sul mediterraneo assistiamo in queste ore alla formazione di vortice depressionario tipico delle depressioni tropicali derivata dalle alte temperature del mare formando un intenso moto vorticoso dell’aria. Pertanto sulla Sardegna il tempo sarà caratterizzato da locali e intensi temporali ( vedi immagine rilevate dal satellite meteosat qui sotto pubblicato).

Domani assisteremo a le ondulazioni più convincenti del flusso perturbato principale derivato dall’uscita di una saccatura dal Canada e dall’approfondimento di una depressione sul regno unito provocando l’indebolimento della struttura anticiclonica. Nel contempo, la depressione mediterranea tende a traslare verso sud ovest colmandosi lentamente ma il maltempo insisterà sul settore orientale e sull’estremo settore meridionale della Sardegna fino a sera, mentre sul resto del territorio assisteremo ad ampie schiarite dal pomeriggio.
Sabato 22 settembre, sull’Europa centro occidentale, si assisterà nuovamente alla ripresa dell’anticiclone che verrà sospinto verso est, nord est dall’affondo della saccatura in discesa del Canada e l’avvezione di aria calda che ne conseguirà ridurrà i gradienti termici verticali causando definitivamente il dissolvimento della depressione mediterranea.

MEDIO LUNGO TERMINE:
Come già accennato, da sabato la situazione sul mediterraneo tenderà a stabilizzarsi causa l’espansione verso est, nord est dell’anticlone di origine atlantico. Secondo i principali modelli matematici di previsione la situazione dovrebbe prolungarsi fino a lunedì 24. Dal 25 in poi la situazione appare confusa, secondo alcune ricalcoli, quello che appare probabile è l’espansione verso nord dell’anticiclone fino a interessare il regno unito e lambire la Scandinavia. Sul bordo orientale del promontorio aria fredda di origine continentale potrebbe interessare il mediterraneo provocando una diminuzione termica e una contemporanea risposta del mediterraneo dando il via ad una fase tipica autunnale ( vedi l’immagine qui sotto riportata relativa all’ultima emissione del modello ECMWF valida per mercoledì 26 settembre).

 

Naturalmente, considerando le varianti presentate periodicamente dai principali modelli abbiamo la necessità di acquisire ulteriori aggiornamenti. Una cosa appare certa: il declino dell’estate. Buon pomeriggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *